Le proprietà dell’acqua del rubinetto

#Acqua e salute

Le proprietà dell’acqua del rubinetto dipendono dalla sua composizione dal punto di vista nutrizionale, cioè dal suo contenuto in minerali (che può variare da zona a zona, a seconda della sorgente di provenienza). In parole povere, le proprietà nutrizionali sono le stesse di un’acqua in bottiglia con uguale composizione in etichetta, ma c’è molto di più.

L’acqua del rubinetto presenta dei vantaggi molto significativi, non solo in termini di costi ma  anche di tutela dell’ambiente. In aggiunta, i sistemi di controllo adottati da Gruppo CAP con il Piano di Sicurezza dell’Acqua (PSA), o Water Safety Plan (WSP), rappresentano un’ulteriore garanzia di qualità e di sicurezza dell’acqua del rubinetto per le zone servite.

Vediamo quindi insieme le proprietà dell’acqua del rubinetto e il valore aggiunto per la salute, le tasche e la sicurezza di un servizio come quello offerto da Gruppo CAP.

L’acqua del rubinetto: un nutriente di qualità

Le acque del rubinetto in Italia sono classificate come oligominerali, leggermente mineralizzate (Residuo fisso < di 500 mg/litro) o medio-mineralizzate (Residuo fisso compreso tra 500 mg/litro e 1500 mg/litro). In pratica, l’acqua del rubinetto in Italia dal punto di vista nutrizionale rappresenta una buona fonte di minerali, in particolare calcio, magnesio e potassio.

I minerali sono dei nutrienti essenziali per l’uomo: il nostro organismo non è in grado di produrli, ma ne ha bisogno per svolgere molte funzioni organiche vitali e quindi l’acqua e gli alimenti che introduciamo con la dieta rappresentano la principale fonte di approvvigionamento di queste sostanze.

Nello specifico, considerando il fabbisogno di acqua a seconda delle varie fasce d’età, i circa 2 litri che in media un adulto di circa 70 Kg deve bere vanno a coprire proprio il fabbisogno di ogni singolo minerale sommandosi alla quantità introdotta seguendo una dieta sana, varia, bilanciata e ricca di frutta e verdura secondo le Linee Guida per una Sana Alimentazione pubblicate dal Ministero della Salute.

Calcio e magnesio nell’acqua del rubinetto proteggono il cuore

Una delle proprietà dell’acqua del rubinetto più mal percepite dalle persone riguarda il loro contenuto di calcio e magnesio. Tante persone temono che l’acqua ricca di Calcio provochi i calcoli renali o che faccia male, una falsa percezione spesso favorita da un flusso di informazioni molto imprecise sull’argomento.

La letteratura scientifica e gli studi epidemiologici non evidenziano nessuna correlazione tra contenuto di calcio nell’acqua e sviluppo di calcoli renali o altre problematiche. Anzi, studi recenti hanno evidenziato che proprio il contenuto di calcio e magnesio nell’acqua del rubinetto si è dimostrato protettivo per il sistema cardiocircolatorio e per le ossa in particolare.

Naturalmente, le persone con diagnosi di calcoli renale saranno guidate dal proprio medico nella scelta dell’acqua più adatta al proprio stato di salute. Tutti gli altri possono bere tranquillamente l’acqua del rubinetto, adesso con la consapevolezza che cuore, vasi e ossa potranno beneficiarne grazie a evidenze scientifiche e non a false credenze.

Le proprietà dell’acqua del rubinetto quindi presentano per la salute un profilo nutrizionale che non ha nulla da invidiare alle acque in bottiglia. L’acqua ricca di calcare quindi è un problema che riguarda le tubature e gli elettrodomestici, non la salute. Con i giusti “filtri” o accorgimenti però si può godere di tutti i suoi benefici proteggendo tubi e lavatrice!

acqua rubinetto

Le proprietà dell’acqua del rubinetto per la tutela del tuo ambiente e delle tue tasche

Se si considerano poi le proprietà dell’acqua del rubinetto a 360°, i vantaggi per la salute e le tasche non mancano! L’acqua del rubinetto è caratterizzata da una proprietà unica rispetto a quella in bottiglia: costa poco e non inquina! Vi sembrano caratteristiche non importanti? Pensate a quanto costa 1 litro di acqua in bottiglia e 1 litro di acqua del rubinetto.

Non vi basta? Provate ad andare oltre e calcolate quanto costa in termini di inquinamento ambientale tutta la plastica che si consuma con l’approvvigionamento mensile di acqua in bottiglia, anche solo per un nucleo familiare medio di 3 persone. Gruppo CAP ha fatto una stima del risparmio ambientale in merito all’utilizzo delle case dell’acqua.

Si è in particolare evidenziato che in 1 anno con 150 case dell’acqua attive e l’erogazione da queste di quasi 30 milioni di litri di acqua del rubinetto si sono risparmiati quasi 800 mila Kg di plastica, quasi 20 milioni di bottiglie di plastica da 1,5 l e quasi 1 milione e 900 mila Kg di CO2 con una diminuzione di quasi 2000 tir circolanti.

Provate a immaginare il risparmio in termini di inquinamento e smaltimento della plastica che deriverebbe dall’utilizzo dell’acqua del rubinetto da parte di tutti noi al posto dell’acqua in bottiglia. Un risparmio enorme non solo in termini di tasse sui rifiuti ma soprattutto per la nostra salute e quella dell’ambiente in cui viviamo.

È importante sottolineare che la lotta all’inquinamento ambientale della plastica, una delle maggiori emergenze evidenziate nel 2018, si inizia a combattere anche nel nostro piccolo adottando sane abitudini a casa nostra. Bere acqua del rubinetto permette di poter beneficiare delle proprietà di un’acqua controllata e con un ottimo profilo nutrizionale e potabile, di qualità e soprattutto sicura.

La potabilità come ulteriore garanzia di valore per le proprietà dell’acqua del rubinetto

L’acqua del rubinetto del territorio servito da Gruppo CAP segue il Piano di Sicurezza dell’Acqua (PSA), o Water Safety Planl (WSP), un modello di processo, controllo e analisi sia per rendere l’acqua potabile che per garantirne qualità e sicurezza proprio attraverso l’analisi, il controllo preventivo del rischio e il monitoraggio dei suoi parametri in ogni fase e in ogni punto critico dell’impianto di potabilizzazione e depurazione.

Si tratta di un modello innovativo in Italia e in Europa, finalizzato a garantire acqua potabile di qualità che diventa a tutti gli effetti un nutriente di valore per la salute delle persone e per la salute dell’ambiente in cui si vive. In parole semplici, alle proprietà dell’acqua del rubinetto viste nei punti precedenti, gli abitanti del territorio della Città metropolitana di Milano serviti da Gruppo CAP possono godere del “plus valore” del Piano di Sicurezza dell’Acqua, una garanzia di qualità e sicurezza a 360°.

Inoltre la falda sotterranea della Città metropolitana di Milano da cui preleva l’acqua Gruppo CAP è caratterizzata da risorse naturali veramente di qualità tant’è che il 50% dell’acqua prelevata non ha bisogno di alcun trattamento di potabilizzazione. Un aspetto da non sottovalutare se abbiamo qualche dubbio nel lasciare il cartone di bottiglie sullo scaffale del supermercato!

Le proprietà dell’acqua del rubinetto potabile sono molteplici per la nostra salute e dell’ambiente in cui viviamo. Gruppo CAP con il WSP rappresentano un’ulteriore garanzia di sicurezza, e questo ci dovrebbe aiutare a capire che l’acqua del nostro rubinetto non ha nulla da invidiare a quella in bottiglia, anzi!

2019-02-05T12:45:06+00:00